Il Museo per l’ICOM

Home / Istituto / Il Museo per l’ICOM

L’Istituto dei Musei Comunali è associato, quale socio istituzionale, all’ICOM (International Council of Museums)
http://www.icom.org

ESTRATTI DAL CODICE DI DEONTOLOGIA PROFESSIONALE
(traduzione italiana dalla edizione ICOM, Parigi 1996)

IL MUSEO

Il museo è definito all’articolo 2.1 dello Statuto del Consiglio internazionale dei musei come “un’istituzione permanente, senza scopo di lucro, al servizio della società e del suo sviluppo. E’ aperto al pubblico e compie ricerche che riguardano le testimonianze materiale e immateriali dell’umanità e del suo ambiente; le acquisisce, le conserva, le comunica e, soprattutto, le espone a fini di studio, educazione e diletto”.

a.
tale definizione del museo è valida indipendentemente da qualsivoglia limitazione che possa risultare dalla natura dell’Amministrazione responsabile, da condizioni statutarie locali, dal sistema di funzionamento o dal peculiare indirizzo delle collezioni di una specifica istituzione

b.
Oltre ai ‘musei’, definiti come tali, sono compresi entro questa definizione:

  1. i siti e i monumenti naturali, archeologici ed etnografici e i siti e i monumenti storici che hanno la natura di musei per la loro attività di acquisizione, di conservazione e di comunicazione delle testimonianze materiali dei popoli e del loro ambiente.
  2. le istituzioni che conservano delle collezioni e presentano esemplari viventi vegetali e animali come i giardini botanici e zoologici, gli acquari, i vivai.
  3. i centri scientifici e i planetari.
  4. gli istituti di conservazione e le gallerie di esposizione permanente che dipendono dalle biblioteche e dai centri archivistici.
  5. i parchi naturali.
  6. ogni altra istituzione che il Consiglio esecutivo, previo parere del Comitato consultivo, consideri in possesso di alcune o di tutte le caratteristiche di un museo, o tale che dia ai musei e ai professionisti museali i mezzi di fare delle ricerche nel campo della museologia, dell’educazione e della formazione professionale”.