Pubblicazioni IMC

Home / Servizi / Pubblicazioni IMC

Collana “Delluomo”

Collana di studi demo-antropologici, che si richiama alla ricerca etnografica ed etnologica. L’attenzione dello “sguardo antropologico” risiede nel porre l’uomo al centro delle ricerche, dei materiali e degli studi che sono alla base delle pubblicazioni.
Pubblicazioni“Usi e costumi di Romagna”, “Quando il mare brucia”, “Diamantina e le altre”, “A chi appartiene l’Adriatico?”, “Fola, fulanda”, “Sempre un villaggio, sempre una campagna”, “I mulini della Valmarecchia”, “Storia di un Museo. Il museo degli usi e Costumi della Gente di Romagna”, “Storia di un Museo”.

dialetti molari

La Romagna dei contadini

È l’ottobre del 1995 quando il Museo degli Usi e Costumi della Gente di Romagna scrive al Romanischen Seminar di Berna per chiedere informazioni circa la possibilità di acquisire, per i propri archivi, copia dei documenti prodotti da Paul Scheuermeier (etnografo e fotografo svizzero) nella sua ricerca in Romagna negli anni ’20 e ’30.
Paul Scheuermeier arriva in Italia nel periodo politico delicato dell’ascesa al potere di Mussolini. L’Italia stava attraversando una gravissima crisi economica, come d’altronde tutti gli altri paesi europei. Scheuermeier si trovò così di fronte ad una situazione “mista”, di passaggio, di cui è riuscito a cogliere il vecchio e il nuovo dell’agricoltura italiana.
In Romagna Schuermeier soggiornò a Saludecio, Sant’Agata Feltria, Fusignano, Ravenna, Cesenatico, Dozza Imolese, Meldola, coprendo tutto il territorio romagnolo, fotografando contadini e attrezzi agricoli, intervistando per raccogliere nomi e termini dialettali.
Il volume raccoglie tutto il materiale della ricerca prodotta dal ricercatore svizzero (155 fotografie, interviste) con testi di Laura Iuliano, Paolo Pracucci e Davide Pioggia e pubblicato grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna e della Pro Loco di Santarcangelo.

la-romagna-dei-contadini

Collana “Al Vòusi”

La collana nasce con l’intento di raccogliere e divulgare ricerche, illustrazioni ed opere che nel tempo sono andati a costituire quell’archivio etnografico, che si presenta quale corpus articolato la cui organicità è da rintracciarsi nella storia degli studi etnografici e folklorici che vanta la Romagna.
Pubblicazioni“Il dialetto nella scuola”.


Collana “Viaggi di uomini e cose”

Collana di studi nata dal progetto “Viaggi di uomini, cose ed acque”, che da diversi anni vede una stretta collaborazione tra l’Amministrazione Comunale di Poggio Berni e il Museo degli Usi e Costumi della Gente di Romagna.
Le pubblicazioni nascono dalle interviste rivolte agli abitanti di Poggio Berni su tematiche che riguardano il territorio, la vita individuale e collettiva, la condizione femminile, i racconti, le storie e i fatti salienti, con lo scopo di recuperare l’identità e riscoprire i caratteri della comunità poggiobernese in tutti i suoi molteplici aspetti.
Pubblicazioni“…da un altro luogo”, “Burdél”, “ Dòni/Donne”, “Quando d’inverno faceva la neve…”


I Quaderni

A metà degli anni Ottanta nasce il Laboratorio per la ricerca etno-antropologica sulla festa, nell’ambito del progetto di organizzazione scientifica del Centro per la Ricerca e la Documentazione. Le molteplici finalità del Laboratorio sono quelle di organizzare e coordinare un piano di ricerca sugli aspetti storico-antropologici della festa (fiere, sagre, incontro festivo, ecc.), di vagliare le fonti disponibili (orali, bibliografiche, archivistiche, visive, ecc.) per reperire documentazione e produrre materiale divulgativo e didattico, di gestire una sezione bibliografica sulla festa all’interno della Biblioteca Specializzata del Centro di Documentazione del Museo. Nei quaderni sono stati pubblicati i risultati dei lavori del Laboratorio:
Quaderno 1, La Grande Fiera, per un contributo alla etnografia e storia delle fiere di Santarcangelo.
Quaderno 2, Il sole nell’armadio, Merci e mercanti alla fiera di S. Martino a Santarcangelo di Romagna.
Quanderno3, Sentite che vi dice il cantastorie. Lorenzo De Antiquis un grande artista popolare romagnolo.
Quaderno 4, Il ballo liscio. Alle origini di un fenomeno musicale e di costume.